Categoria: Fiabe e Favole

Sebbene nel comune parlare non si faccia distinzione tra i termini favola e fiaba, originariamente vi sono caratteri distintivi tra i significati delle due parole. La fiaba è un racconto fantastico, per lo più di origine popolare e tradizione orale (lo scritto in prosa si è diffusa a seguito del Romanticismo). Nella fiaba agiscono esseri umani e creature provviste di poteri magici quali maghi, spiriti, gnomi, demoni, streghe e fate. La fiaba ha una narrazione abitualmente più lunga e marcatamente fantastica, senza un preciso scopo pedagogico o morale. Le fiabe erano raccontate ai bambini, prima che questi prendessero sonno. Da qui la sinonimia tra fiaba e fandonia o panzana, che solo i bambini possono fantasticare come essere vera. Infatti le fiabe piacciono particolarmente ai bambini. Anche la favola ha origini orali, tanto che lo stesso nome deriva dal latino fabula, dal verbo fari = parlare. La favola, però, è una breve narrazione, in prosa o versi, caratterizzata dalla presenza, tra i protagonisti, di animali, piante e esseri inanimati che pensano e parlano. Lo scopo della favola è quello di veicolare una morale comportamentale, che rivolta ai bambini si traduce in educazione.